Agenda politica 24 agosto 2017: gli eventi del giorno

Daily briefing. Ciò che c’è da sapere: gli appuntamenti importanti previsti per giovedì, l’agenda politica ed economica internazionale del 24 agosto

“Rimini Rimini” era una commedia osé del 1987. Trent’anni dopo quel titolo è diventato un’invocazione religiosa. Al meeting di Comunione e Liberazione non ci saranno Andrea Roncato e Jerry Calà, ma Angelino Alfano e Andrea Orlando. Il ministro degli Esteri dispenserà lezioni su un tema alla portata di tutti “la difesa e la pace nel mondo”. L’Italia schiera il fondatore del Nuovo Centro Destra in prima linea, c’mon. Il Guardasigilli, invece, porterà in dote il suo bagaglio di esperienza nel Pd per discutere di forme alternative della pena. Proposte: domiciliari con corazzata Potëmkin o servizi sociali nei vigneti di D’Alema.

Verrebbe voglia di ripescare il copione distribuito da Medusa, se non fosse per la partecipazione di Ignazio Visco, governatore della Banca d’Italia. Alle 19, nella cornice della Fiera, si discuterà del “Cambiamento d’epoca: la crisi come passaggio”. Al confine fra la storia, l’economia e la jella, secondo la migliore tradizione italiana.

Altri appuntamenti politici: il M5S arriva a Marsala per diffondere il verbo del Sacro Blog nel cuore della Trinacria; nell’Emilia rossa, a Bologna, prende il via la Festa dell’Unità (che nel frattempo non esiste più perché la festa gliel’hanno fatta).

Nel mondo, che ad agosto non si ferma, si valutano i numeri per capire come andrà questo scorcio di fine 2017. La Spagna diffonde i dati del Pil nel secondo trimestre, seguita dal Regno Unito. La Francia riporta la fiducia delle imprese ad agosto, il Belgio l’indice ciclico BNB. Oltreoceano, sponda Washington, si valutano le richieste di sussidi.

In serata, alle 20.45, il Milan si gioca l’accesso all’Europa League. Tappa in Macedonia per la squadra di Montella: con lo Shkendija si parte dal 6 a 0 dell’andata.

[Foto tratta dal profilo Flickr del Meeting]

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Agenda politica 23 agosto 2017: gli eventi del giorno

Daily briefing. Ciò che c’è da sapere: gli appuntamenti importanti previsti per mercoledì, l’agenda politica ed economica internazionale del 23 agosto

Nel calderone della retorica politica ci sono leitmotiv ricorrenti che tornano di moda: il libro bianco del lavoro, il taglio delle tasse, la grande riforma della Costituzione, la lotta all’evasione e il nuovo Piano Marshall. Sono espressioni di rito, un falò di luoghi comuni che tutti – a turno – alimentano con zelo. Oggi toccherà al ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, che al meeting di Rimini, di fronte ai ragazzi di don Gius, discuterà del nuovo “Piano Marshall per i giovani”. Preparate i popcorn.

Altri eventi: borsa e finanza dormono soltanto apparentemente. I mercati riflettono sulle avances cinesi alla Fiat, ma siamo ancora nel campo empirico, fra sogni e desiderata di una potenza in costante ascesa. L’appetito famelico dell’Estremo Oriente è diventato una costante: citofonare a Pirelli per avere dettagli. Chi ha le chiavi del forziere vince, sempre.

E proprio in tema di numeri è prevista un’infornata di dati: in mattinata sarà diffuso l’indice PMI manifatturiero per l’Eurozona, per Francia, Germania e Giappone; segue il markit PMI americano ad agosto e l’andamento del mercato immobiliare oltreoceano a luglio. Sempre nell’area euro si attendono i dati sulla fiducia dei consumatori. La Germania, intanto, emette titoli di stato con scadenza 2027.

Chiude il giro Mario Draghi, presidente della Bce, che terrà un discorso al Lindau Meeting on Economic Sciences. Whatever it takes.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Agenda politica 22 agosto 2017: gli eventi del giorno

Daily briefing. Ciò che c’è da sapere: gli appuntamenti importanti previsti per martedì, l’agenda politica ed economica internazionale del 22 agosto

Agosto mio non ti conosco. La politica e l’estate continuano a essere pianeti distanti anni luce, a dispetto dei problemi del paese. Per esempio: da vent’anni l’Italia invoca grandi riforme economiche. La promessa liberale di Berlusconi, la scommessa della flessibilità, il meno tasse per tutti, il cuneo fiscale di Prodi, l’agenda Monti e via discorrendo. Gli spot non sono mai mancati, le tavole rotonde nei salotti buoni sono stati una costante, eppure – al dunque – zero ciccia. Come se ne esce? Con un bel dibattito, ovvio.

A Rimini i ragazzi di don Gius riflettono sullo sviluppo economico e sulle risorse del Belpaese. Il parterre è rinomato: c’è il ministro Carlo Calenda, il presidente della Compagnia delle Opere Bernhard Scholz e Sergio Solero, presidente e amministratore delegato di BMW Italia. Chissà se quest’ultimo ci svelerà qualche retroscena sul cartello automobilistico tedesco denunciato da una coraggiosa inchiesta del Der Spiegel. Ne dubitiamo, ma fra i ciellini la fede è d’obbligo e al Meeting lo sanno tutti che le vie del Signore sono infinite.

Nel pomeriggio, dopo l’appello del Papa a favore dello Ius Soli, si discute dei nuovi italiani e dei nuovi europei: per la precisione dei giovani e delle sfide poste dalla società multietnica. L’ospite d’onore è il ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli.

In Sicilia i “giovanotti” del Cinque Stelle continuano a seminare il campo per raccogliere preferenze alle prossime regionali: Dibba e Di Maio li trovate a Sciacca con un’abbronzatura invidiabile.

Sul fronte internazionale, a Lisbona, Vitor Constancio, membro del Comitato Esecutivo della Bce, parla del futuro dell’Eurozona al 32° Congresso dell’European Economic Association. In Germania viene reso noto l’indice ZEW, mentre dagli Stati Uniti si attendono i dati del mercato immobiliare, con l’indice dei prezzi delle case a giugno. Tutto molto interessante.

In serata sfida decisiva in Champions: il Napoli fa visita al Nizza e prova a difendere il 2 a 0 dell’andata per strappare il ticket europeo. Perché l’unico rigore che ci piace, in fondo, è quello fischiato a nostro favore.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.