“Mi chiamo Paolo, risolvo problemi”

L’attuale ministro degli Esteri potrebbe sostituire il presidente uscente, Matteo Renzi, e formare quel governo di scopo caro al Quirinale. Votare? Mai: la vera anomalia italiana…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *