“Mi chiamo Paolo, risolvo problemi”

L’attuale ministro degli Esteri potrebbe sostituire il presidente uscente, Matteo Renzi, e formare quel governo di scopo caro al Quirinale. Votare? Mai: la vera anomalia italiana…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.